LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

The Giver – Questo Natale ha cambiato qualcosa in te?

Il passato che guida il presente

Nelle Comunità in cui è ambientato “The Giver”, ciascuno riceve solo i beni materiali di cui ha davvero bisogno. Inoltre, ogni componente è chiamato a svolgere un’attività lavorativa ben precisa, assegnata dagli Anziani in base alle capacità dimostrate. Il giovane protagonista non avrebbe mai immaginato che, tra tutti i ruoli possibili, gli sarebbe stato affidato proprio il più misterioso. Proclama infatti il Sommo Anziano:

«Jonas è in possesso dei quattro attributi richiesti: Intelligenza, Integrità, Coraggio e qualcosa che posso citare ma che non posso descrivere, la Capacità di Vedere Oltre. Devo però avvisarti che il tuo addestramento comporterà un dolore che nessuno di noi conosce, sei abbastanza forte? Jonas è abbastanza coraggioso? Jonas, sei stato selezionato come prossimo Accoglitore di Memorie.»

L’Accoglitore di Memorie è il solo a conoscere il passato, la vera essenza del mondo, la dimenticata autenticità degli esseri umani. Bene e male, giusto e sbagliato, vita e morte risultano chiaramente definiti nella sua coscienza. Proprio per il bagaglio di esperienze, consapevolezze e per i gravosi pesi da portare che ne scaturiscono, l’Accoglitore di Memorie fornisce consigli preziosi agli Anziani governanti, guidando così il presente. Jonas inizia l’addestramento, ma più aumenta la sua conoscenza, più si rende conto di quanto sia insignificante questa vita artificialmente perfetta…

«Ma avevo imparato che il sapere qualcosa non è lo stesso che provare qualcosa. E così mi persi, nel senso buono del termine. Vidi scene e sentii suoni impossibili da descrivere, volti la cui pelle aveva i colori più disparati. Mi sentii così vivo: questo era proibito? Non sapevo cosa pensare, cosa credere. “Abbi Fede”, mi diceva il Donatore. La Fede era quello, il Vedere Oltre. La paragonava al vento, a qualcosa che si sente, anche se non si vede.»

Dalla Fede nasce l’Amore, nasce la Speranza!

Il giovane protagonista è profondamente turbato: perché l’Amore è stato ridotto ad un pallido ricordo? Perché gli uomini devono negarsene la bellezza? Nella società presentata in “The Giver”, anche la natalità subisce uno stretto controllo, i parti sono programmati e i neonati sottoposti ad una rigida selezione eugenetica. La venuta al mondo di un bambino che non rientra nei criteri prestabiliti è la ragione che spinge finalmente Jonas all’azione. In cuor suo, percepisce l’urgente necessità di salvarlo, di migliorare questo mondo, di restituire Verità alla dimensione umana…

«Le Memorie erano la Verità! Il Futuro era sano e salvo tra le mie braccia. In lontananza dal luogo che avevo lasciato, mi sembrò perfino di sentire della musica. Forse era soltanto un’eco, ma era sufficiente… ci avrebbe condotti tutti a casa.»

Davvero un film come “The Giver” può suggerirci degli insegnamenti per la vita cristiana? Crediamo di sì. Anche la nostra Fede, il nostro “Vedere Oltre”, deve condurci ad azioni concrete, a cambiamenti incisivi, a scelte definitive. Qual è il senso del Natale? Ne abbiamo trattato anche in questo articolo. Certo, il calore familiare, l’atmosfera festosa, la gioia dell’attesa ci ristorano il cuore. Ma c’è un piccolo Bimbo che nasce nonostante tutto, nonostante le nostre fragilità. E questo non può più lasciarci indifferenti…

«Vivere il Natale è lasciarsi scuotere dalla sua sorprendente novità. Il Natale di Gesù non offre rassicuranti tepori da caminetto, ma il brivido divino che scuote la storia. Natale è la rivincita dell’umiltà sull’arroganza, della semplicità sull’abbondanza, del silenzio sul baccano, della preghiera sul “mio tempo”, di Dio sul mio io.» (Papa Francesco, Udienza Generale del 19/12/2018)

Ecco i link per acquistare il film “The Giver- Il Mondo di Jonas” e il bellissimo libro da cui è tratto!

Lasciateci un commento per dirci la vostra!

Per ulteriori chiarimenti, contattateci senza esitazione nell’apposita sezione qui sul sito, oppure sulla nostra pagina Facebook!

Torna alla pagina precedente

Lascia un commento