LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Maria, la discepola perfetta

 

Sappiamo che la fede è messa a dura prova quando soffriamo o vediamo soffrire altri fratelli, soprattutto quando si tratta di vittime innocenti. Chi non ha mai avuto il dubbio su dove fosse Dio in quel momento doloroso? Maria rimane in silenzio di fronte alla volontà di Dio, anche nel momento più drammatico della sua vita. Con il cuore spezzato dal dolore nel vedere il suo unico figlio condannato, flagellato e crocifisso come un malfattore, Maria è l’esempio perfetto della discepola che non si ribella di fronte al disegno di Dio. È la discepola perfetta del doloroso silenzio.

“Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala.” Gv 19,25

Dopo tutto quello che Maria ha vissuto, l’annuncio dell’angelo, la persecuzione da parte di Erode, la fuga in Egitto, ha dovuto anche assistere alla persecuzione e morte del suo unico figlio. Lei era lì, sotto quella croce, accanto al discepolo Giovanni, inerme nel vedere il figlio lentamente morire davanti ai suoi occhi:

“Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.” Gv 19,26-27

Maria rappresenta in questo brano l’immagine della Chiesa, una Chiesa con la missione di riunire tutti i figli di Dio perduti facendosi strumento di salvezza, prolungamento del corpo di Cristo. È l’immagine di una Chiesa che è madre. Una madre che accoglie tutti e che non smette di andare incontro ai piccoli, ai poveri, a coloro che abitano le periferie del mondo. Gesù ha donato sua madre all’umanità in quegli ultimi istanti della sua vita. L’ha donata a noi, affinché potessimo avere sempre accanto la sua dolce presenza che ci aiuta a seguire Cristo da vicino.

E questa è anche la nostra speranza. Noi non siamo orfani, abbiamo Madri… Due donne – Maria e la Chiesa – che portano avanti la speranza che è Cristo, ci danno Cristo, generano Cristo in noi. Senza Maria, non sarebbe stato Gesù Cristo; senza la Chiesa, non possiamo andare avanti“.  Papa Francesco

Maria è la maestra piccola e umile che ci ha dato un unico comandamento: “Qualsiasi cosa vi dica, fatela” Gv 2,5. Lei è la mamma che non abbandona mai i suoi figli. È l’unica capace di schiacciare la testa del diavolo con il suo calcagno, proteggendo i suoi figli sotto il suo manto. Maria ci mostra che la vera bellezza esce fuori solo quando siamo capaci di amare davvero.

Prendiamo Maria per mano e lasciamoci portare ogni giorno da Gesù.

“Oh Maria, dolce mamma, aiutaci a dire con gioia il nostro sì a Dio.”

Torna a inizio articolo.

Lascia un commento