LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Lettera ad un animatore scoraggiato

Caro animatore,

Se stai leggendo questa lettera, sono certo che in questo momento ti trovi immerso nella preparazione del tuo grest, oppure ci sei già dentro.

Anch’io sono stato animatore per tanti anni e ringrazio Dio per avermi fatto crescere, grazie anche a questa esperienza.

La prima volta che sono stato chiamato ad essere animatore, mi sono trovato catapultato in un mondo totalmente sconosciuto. Da bambino non avevo mai partecipato ad un grest. Non sapevo come era strutturato, quale era il suo fine, né quanto lavoro comportava la sua preparazione.

Ma soprattutto, mi ponevo questa domanda: quale sarà il mio ruolo in questa esperienza? Sí, è vero… sono chiamato ad essere un animatore… ma cosa vuol dire esattamente? E come posso lasciare qualcosa di mio ai bambini che incontrerò?

Il mio primo giorno non lo scorderò mai

Davanti a me c’erano quasi cento bambini, suddivisi in quattro squadre, che urlavano, giocavano, ballavano e molto altro! Animatori che correvano a destra e a sinistra, impegnati nell’organizzazione di una bella passeggiata in giro per i quartieri.

Sai qual è stato il mio primo incarico da animatore? Potrei dire il fotografo, oppure il videomaker, ma credo che il nome più adatto sia un altro: il responsabile dei loro ricordi. E così è iniziata la mia avventura…

Credo che chi mi conosce personalmente starà sicuramente sorridendo, nel leggere queste righe, perché sa di cosa sto parlando. Per tanto tempo questo è stato il mio ruolo da animatore e mi ha sempre accompagnato, fino al mio ultimo grest, anche se in certi momenti avrei voluto fare di più.

Ci sono state volte in cui ho pensato che il mio essere animatore fosse soffocato dal mio incarico. Non riuscivo a dare ai bambini quelle attenzioni che tanti altri davano alle loro squadre. Non avevo la possibilità di essere sempre presente tra loro, proprio perché dovevo spostarmi di continuo per riprendere e fotografare i vari momenti delle giornate insieme.

Volevo impiegare il meglio delle mie capacità, per poter realizzare un video fantastico da far vedere alla serata conclusiva. Per giorni interi ho dovuto sacrificare ciò che avevo: le mie energie, il mio tempo e i miei impegni.

Ci voleva davvero tanto lavoro per riuscire a realizzare qualcosa di unico, qualcosa di indimenticabile. Qualcosa che i bambini avrebbero potuto rivedere a distanza di anni per tornare indietro con il cuore, anche solo per dieci minuti. Tutto questo solo per amore. E quando finalmente arrivava quella sera in cui tutti avrebbero visto il frutto di quei sacrifici, ogni cosa veniva ripagata. Non con premi o medaglie, ma con la gioia nel cuore di aver donato una parte di me unica. 

Cosa voglio dirti?

Non so quale sia il tuo ruolo nel grest di cui sei parte in questo momento. Non ho idea di quali responsabilità ti siano state affidate, ma credo fermamente che, come me e tanti altri, hai dei talenti che solo tu puoi far fruttare. Anche TU sei stato scelto per un compito ben preciso, che solo TU potrai portare a termine. E credo che tu, insieme ai tuoi fratelli animatori, potrai lasciare un segno stupendo nel cuore dei bambini.

Non si tratta di stare con loro per qualche ora, solo per farli divertire. Si tratta di dare loro qualcosa che mai potranno dimenticare, qualcosa di unico: un seme di resurrezione!

Sai quanto vale il ricordo di un piccolo “grestino” felice? Più di quanto tu possa immaginare! Io non dimenticherò mai la meraviglia negli occhi dei miei bambini, gli abbracci quotidiani e quelli ricevuti alla fine (tra le lacrime). Non dimenticherò mai i legami che sono nati con i miei fratelli di maglietta. Le belle amicizie tra noi animatori e la bellezza del vivere insieme questa avventura, come se fossimo una cosa sola.

Quindi, se ti senti scoraggiato, se non riesci a capire quale sia il tuo ruolo e credi di essere inutile, ti dico solo questo: lanciati e non dare importanza alle tue paure! Dai tutto te stesso! Anche se ai tuoi occhi ti sembra poco, magari non è così per gli altri! Parti da ciò che puoi dare e non disperare se cadi. Rialzati e vai avanti! Se sei stato scelto è perché tu vali, più di quanto credi!

Sei animatore, quindi sei chiamato a mettere l’anima in tutto ciò che fai. Sii responsabile e, al tempo stesso, fatti piccolo con i piccoli. Non pensare di essere chissà chi, ma tieni sempre la porta aperta alla correzione fraterna e all’umiltà. Non sentirti arrivato solo perché hai tanta esperienza alle spalle, ma vivi ogni giorno con la certezza che anche tu hai qualcosa da imparare. E ricorda: tu sei e sarai sempre un animatore, anche fuori dal grest!

Tu sei un faro per i tuoi bambini, quindi ricorda sempre chi sei, se vuoi lasciare un segno bello nelle loro vite. Sii di esempio! Non devi fare l’animatore, ma esserlo! Non fare tutto per cercare le acclamazioni, ma fai bene ogni cosa con puro spirito di servizio e amore verso Dio e la Chiesa.

E se vuoi che tutto riesca bene, non fare mai mancare l’essenziale a te e alla tua squadra: la preghiera. Sei parte di una piccola opera di Dio, quindi cerca di non lasciarlo fuori. Nulla puoi senza di Lui. Vuoi l’unità con i tuoi fratelli animatori? Prega! Ti senti senza forze? Prega! Ti senti scoraggiato, triste e inutile? Prega! Metti la preghiera in ogni cosa e diventa tu stesso preghiera vivente nel tuo spenderti per i bambini.

Caro fratello di maglietta,

Spero di non averti annoiato. Ti auguro di dare il meglio in questa esperienza. Di tornare a casa stanco, ma felice per ciò che sei riuscito a dare. Di seminare la Parola di Dio nel cuore dei tuoi piccoli, grazie ai tuoi talenti. Ed infine, ti auguro di riuscire a tirare fuori la meraviglia che Dio ha nascosto dentro di te.

E quanto tutto sarà finito, tieni vivo il ricordo di quelle giornate. Un giorno scoprirai che, da quel seme di resurrezione, è nato un bellissimo fiore che vivrà in eterno. E allora chiuderai gli occhi e accenderai un sorriso, dicendo a te stesso: ne è valsa la pena!

Dio benedica il tuo servizio!

Giuseppe, o per l’esattezza, Peppo l’animatore.

Per ulteriori chiarimenti, contattateci senza esitazione nell’apposita sezione qui sul sito, oppure sulla nostra pagina Facebook!

Lascia un commento