LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Greatest Hits: l’esercizio per riscoprire la bellezza della tua vita!

ATTENZIONE: ALLARME SPOILER!

Ci sono momenti della nostra vita in cui la sofferenza e la paura ci portano a vedere tutto nero, a dimenticare le cose belle, a disprezzare la vita per quella che è.

Esistono croci così pesanti da non permettere di vedere nient’altro. Per quanto si possa essere circondati da persone amorevoli e da gesti di affetto, a volte ci si chiude in sé così tanto, da rigettare anche l’attenzione più sincera.

Ciò accade perché tutto parte da noi, dal nostro modo di reagire a certe situazioni. Parte da noi il riuscire, con grande sforzo, a riaprire gli occhi e a  riscoprire i segni dell’amore di Dio nella nostra vita. Purtroppo, siamo molto bravi a dimenticare e questo Dio lo sa bene.

Quindi, come possiamo riscoprire il valore della nostra vita? Come possiamo riaprire gli occhi del cuore, per poter ricordare quanto la nostra vita sia degna di essere vissuta? 

Riguardando “Lost”, una delle nostre serie tv preferite, ci siamo imbattuti in una scena davvero toccante, che al tempo stesso ci ha suggerito una significativa idea da proporre: l’esercizio della Greatest Hits!

“You all everybody!”

Breve introduzione: Lost narra l’esperienza di alcuni sopravvissuti ad un disastro aereo. I passeggeri del volo Oceanic 815, diretti a Los Angeles, si schiantano su un isola del Pacifico. Un luogo apparentemente innocuo, ma in realtà denso di misteri, che i protagonisti si troveranno ad affrontare, loro malgrado.

Ogni esperienza vissuta è al tempo stesso un’occasione di redenzione, di purificazione per le cattive azioni compiute prima di precipitare. Charlie, uno dei sopravvissuti, è un rockstar fallita che vive il dramma della tossicodipendenza da molti anni.

L’arco narrativo di Lost è composto da un’alternanza di salti temporali tra passato e presente: ogni episodio mostra infatti vari flashback sulla vita del personaggio di turno. Charlie è uno tra questi.

Nei giorni trascorsi sull’isola, Charlie riesce a fare pace con il suo passato, abbandonando definitivamente l’uso di droghe e riacquistando fiducia in se stesso. L’amore che prova per Claire, un’altra passeggera del volo 815, lo spinge a rinnovare la sua vita, a scegliere di spendersi per lei e per suo figlio Aaron.

In un momento ben preciso della storia, Charlie è costretto a sacrificarsi per poter salvare i suoi amici e la ragazza che ama.

Prima di compiere questa missione, decide però di rivedere il suo passato, ricordando i cinque momenti più belli che hanno reso la sua vita degna di essere vissuta. Da amante della musica, decide allora di scrivere una lista: una Greatest Hits!

La classifica della nostra vita

Alla luce di questo, ci siamo detti: “Wow! Perché non proporre questo esercizio? Sarebbe adatto sia per un incontro formativo, sia per la crescita personale!”

Ecco come compilare la nostra Greatest Hits:

  • Dedichiamo un momento a noi stessi, staccandoci da tutto ciò che ci potrebbe distrarre.
  • Mettiamoci in preghiera e chiediamo a Dio di aiutarci durante il nostro discernimento.
  • Prendiamo un foglio di carta e una penna.
  • Ecco la parte difficile: partendo dalla quinta posizione della nostra Greatest Hits, cominciamo a mettere ordine nel nostro cuore. Cerchiamo di allontanare le nostre preoccupazioni, i pensieri inutili, le ferite e le paure del momento. E iniziamo a ricordare. Proviamo a ricreare il film della nostra vita, cercando in essa i momenti più belli che ci hanno segnati. Quei momenti che, una volta ricordati, fanno emergere un sorriso che parte dal cuore. Che fanno emozionare ancora una volta. Che vorremmo rivivere un milione di volte. Che fanno gridare quanto questa vita sia degna di essere vissuta.
  • Infine, cominciamo a scriverli, dalla quinta posizione alla prima.

E una volta che la nostra Greatest Hits è compilata, cosa bisogna fare? Ce lo dice Charlie!

Abbandono filiale

Nonostante i numerosi tentativi di salvare Charlie, il ragazzo va incontro al suo destino con cuore grato, donando la sua vita per chi ama. Prima di morire, l’ex rockstar saluta il mondo, le persone che lo hanno accompagnato in quei giorni incredibili, l’amore della sua vita, tracciandosi un segno di croce prima di perdere conoscenza.

Charlie è sempre stato un ragazzo con una sua fede, per quanto non l’abbia messa in pratica più di tanto, data la sua dipendenza dalla vita spericolata che faceva. Ma l’isola gli ha concesso la possibilità di ritrovare la sua fede, grazie ad alcuni sopravvissuti che lo hanno accompagnato anche in questo cammino spirituale.

Charlie comprende che la sua vita è stata squallida, come lui stesso afferma, per colpa delle scelte sbagliate che ha compiuto. Quel segno di croce è un ringraziamento a Dio per le cose belle che ha ricevuto e un abbandono a lui in punto di morte.

In conclusione, l’ultima cosa da fare per completare la nostra Greatest Hits, è ringraziare Dio per questi momenti che ci sono stati donati. Ringraziamo per ogni cosa bella che abbiamo vissuto e mettiamo tutto nelle sue mani. Magari un giorno compileremo una nuova Greatest Hits, aggiungendovi qualcosa di nuovo!

E voi, cosa ne pensate? Diteci la vostra nei commenti!

Per ulteriori chiarimenti, contattateci senza esitazione nell’apposita sezione qui sul sito, oppure sulla nostra pagina Facebook!

Lascia un commento