LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Gesù Bambino non è solo tenerezza!

Un Bambino che regna

Il countdown verso l’imminente Natale è ufficialmente attivo! Quale migliore occasione della terza Domenica di Avvento per proporre un nuovo video? Non ce ne lasciamo sfuggire una, eh? Scherzi a parte, riteniamo che questo contenuto fresco di traduzione possa arricchirci in preparazione al Natale, sia a livello personale, che comunitario.

Quando si parla della nascita di Gesù, spesso tendiamo a soffermarci solo sulla tenerezza, sullo stupore, sulla dolcezza che un piccolo bimbo suscita in noi. Abbiamo trattato un aspetto del tema in questo articolo. In realtà, nel neonato appena venuto al mondo si cela l’antico Dio creatore, impetuoso, ma profondamente innamorato di tutti gli uomini, suoi figli. Come può un bambino indifeso essere già tanto potente? Proprio tale contrasto viene evidenziato nel nuovo video proposto.

Abbiamo presentato il talentuoso autore, Dan Stevers, in questo articolo.

“Il Silenzio e la Furia”

Ecco il testo completo, interpretato con enfasi nel video:

«Fu in quella silenziosa notte. Quando le stelle trasformarono il firmamento per meravigliare la Terra. Quando i cieli si riunirono nel silenzio, intorno ad un’umile grotta. Quando una giovane madre pianse lacrime di lode sul bambino tra le sue braccia. E il canto della Terra sorse a Betlemme. Lieve, come il tenero battito del suo cuore. E tutto fu calmo, tutto fu luminoso.

Poteva essere lo stesso Dio di Abramo, il Conquistatore di Israele? Questo bambino, questa fragile vita? È questo bambino colui che infiammò i cieli con il suo nome? La cui voce parlò agli oceani dalle onde impetuose. Che plasmò le montagne come guardiane del firmamento. La cui mano accese la sete dei deserti e l’istinto alla lotta tra gli elementi. Che soffiò la vita dalla polvere. Infranse la legge dell’oppressore. Frantumò le catene del suo popolo come sabbia e lo guidò attraverso il deserto con la colonna di fuoco.

È questo bambino che, con la sua presenza, provocò il fragore sulla vetta del Sinai? Che circondò Giobbe con il vento travolgente. Si ribellò alla furiosa fornace. Scrisse il giudizio contro i tiranni. E bruciò sulle labbra dei profeti, arroventando le pagine della Storia con la furia della sua potenza.

Poteva essere lo stesso Dio che scelse di nascere come il re vulnerabile? Ponendo il suo trono tra la paglia e la mangiatoia. Suscitando la commozione dei pastori. Ricevendo i doni di viaggiatori erranti. La sua fama sconosciuta in questo mondo.

Lui è Gesù. Colui che tuona tra i cieli, ma sussurra ai nostri cuori. Che regna vittorioso, ma si china per servire i deboli. Egli è Dio nella furia, Dio nel silenzio. Custodisce questo mistero in equilibrio tra le sue mani. Custodisce le nostre domande, finché non saranno più necessarie. Finché noi tutti vedremo la sua maestà.»

Lasciateci un commento per dirci la vostra e, ovviamente, fateci sapere se avete riproposto questo video!

Per ulteriori chiarimenti, contattateci senza esitazione nell’apposita sezione qui sul sito, oppure sulla nostra pagina Facebook!

Lascia un commento