LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

E se un alce giudicasse i tuoi vizi?

 Episodio 4 – Avarizia

Rich, nel tentativo di attirare l’attenzione di Anakin, compie un gesto che arreca dispiacere a dei bambini. Neanche questa volta il nostro caro alce gli dà tregua…

L’avarizia, oppure bramosia, è il desiderio smodato di possedere, spesso solo per apparire. L’avaro cade nella convinzione che possedere qualcosa significhi avere potere. L’avarizia fa nascere nel cuore anche un forte attaccamento al denaro, impedisce di spendere e donare agli altri, nella convinzione che sia la cosa giusta, rende insensibili verso i bisogni del prossimo, fa pensare solo a come avere sempre più cose. Non è sbagliato possedere qualcosa, ma il vero problema nasce quando sono le cose a possedere noi. San Paolo dice:

“L’avidità del denaro infatti è la radice di tutti i mali; presi da questo desiderio, alcuni hanno deviato dalla fede e si sono procurati molti tormenti” 1Tm 6,10.

L’avarizia si combatte con la Generosità: condividendo non solo tempo e risorse, ma anche denaro in maniera responsabile e senza chiedere nulla in cambio.

Episodio 5 – Invidia

L’erba del vicino è sempre più verde“, dice il proverbio e Rich si trova a fare i conti con ciò che non ha. Invidiando quello che hanno gli altri, arriva a disprezzare quello che gli è stato dato…

L’invidia si manifesta con la tristezza per il bene degli altri, percepito come un’ingiustizia. Spesso sfocia nella rabbia, nel vittimismo e nel cinismo. Essere invidiosi dà origine al giudizio, alla malevolenza e alla malizia. Siamo invidiosi quando mettiamo a confronto la nostra vita con quella degli altri, lamentandoci di ciò che non abbiamo e disprezzando le cose belle che ci sono state donate.

Per superare l’invidia bisogna crescere nell’Amore e nell’Accettazione. Bisogna scoprire di essere unici, legati strettamente ai fratelli e lavorare continuamente su noi stessi. È un cammino di riscoperta interiore che deve partire dalla preghiera personale e dal vivere i Sacramenti. Solo in questo modo possiamo crescere e superare l’invidia.

Episodio 6 – Ira

Nel tentativo di ricucire, Rich e Marta si trovano coinvolti in un piccolo incidente. Credendo fosse un’allucinazione e mosso dall’ira, Richard investe Marty l’alce, mascotte dell’università. Entrambi finiscono in infermeria. Forse è arrivato il momento per Rich di aprire gli occhi su un bel po’ di cose…

Il terribile vizio dell’ira nasce quando per un niente perdiamo le staffe. In questi tempi l’ira si manifesta nei modi più vari: nel traffico, sui social network (Facebook, Whatsapp, Instagram…), nei litigi in ufficio o in casa, durante le partite di calcio, nella politica, ecc… Nei casi più estremi essa può arrivare a causare omicidi, torture, guerre. Basta un niente per diventare iracondi e arrabbiarsi inutilmente fa solo male. La rabbia incontrollata acceca l’uomo e può portarlo a compiere gesti estremi. Attenzione, questo non vuol dire non arrabbiarsi mai. A volte è necessario rimproverare se il fine è qualcosa di buono per l’altro, ma non bisogna superare certi limiti, né coltivare rancore.

«Adiratevi, ma non peccate; non tramonti il sole sopra la vostra ira.» Ef 4,26

La Pazienza, unita al Perdono, è la virtù dei forti e con essa si contrasta l’ira. È una strada in salita, nella quale bisogna continuamente fare la scelta di andare oltre alla ferita ricevuta. Il Perdono è l’unica arma capace di rompere le catene che tengono bloccato il cuore. 

 Continua a pagina 3      Torna alla pagina precedente  

Lascia un commento