LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

“Coco” e la tenerezza dimenticata

La benedizione della famiglia

Miguel ha un grande sogno, diventare un famoso musicista! Ma la sua famiglia, a causa di antichi e crudeli malintesi, odia la musica e gli impedisce di coltivare questa passione. Il protagonista è arrabbiato, sconfortato, si sente solo:

«È ciò che dovrebbe fare una famiglia, sostenerti! Ma non lo farete mai!».

Proprio da questo rifiuto nasce tutta la sua determinazione. Vuole dimostrare che ha talento, che desidera realizzare il suo sogno per vocazione e non per vanagloria, che la famiglia non ha nulla da temere.

«Io non voglio solo la benedizione, voglio dimostrare di meritarmela!», afferma con convinzione.

Attraverso mille avventure, Miguel riesce nel suo intento. Ma accade anche molto di più… “converte” tutti i cari vivi e defunti alla gioia della musica, riuscendo a dissolvere ogni fantasma del passato. La famiglia è più unita che mai e il protagonista la ama profondamente, adesso con maggiore consapevolezza.

«Ti do la mia benedizione per tornare a casa, esporre le nostre foto e tu non devi mai scordare quanto la tua famiglia ti vuole bene!», gli promette la capostipite, mamà Imelda.

Particolarmente toccanti, poi, sono due scene finali: commovente l’incontro tra Miguel, alla fine del suo viaggio, e la cara bisnonna, mamà Coco; tenerissimo il momento in cui il bambino trasmette la memoria dei cari defunti alla sorellina neonata.

«La “casa” rappresenta la ricchezza umana più preziosa, quella dell’incontro, quella delle relazioni tra le persone, diverse per età, per cultura e per storia, ma che vivono insieme e che insieme si aiutano a crescere.» Papa Francesco

Le canzoni di “Coco”

Infine, per riflettere ulteriormente sulle tematiche di cui sopra, è importante soffermarsi su due canzoni proposte in “Coco”, ovviamente adatte a grandi e piccini.

La prima è “Ricordami” (“Remember me”), premiata nel 2018 con l’Oscar come “migliore canzone originale”. La versione italiana è interpretata da Michele Bravi, che canta con dolcezza della memoria di chi non c’è più. 

«Ripensa a me, non dimenticarlo mai, ricordami dovunque tu sarai,
lo sai che devi fare se non sono insieme a te, ascolta la canzone e tu sarai vicino a me.
Ricordami, ora devo andare via, ripensa a me sentendo questa melodia,
uniremo con le note il cuore e le anime, il tuo amore rimarrà sempre per me.»

La seconda canzone è “In ogni parte del mio corazon”, che mette in musica il legame d’amore indissolubile tra i membri di una famiglia unita.

«Chiamami pazzo o anche di più, però nel mio sogno so che c’eri anche tu,
ho aperto i miei occhi e nel cuore ora ho una nuova canzone che per te canterò,
questa mia melodia nasce dal nostro amore, ogni nota è un battito del nostro cuore,
avremo un legame che vive per sempre, in ogni parte del mio corazon!»

È possibile acquistare il film “Coco” cliccando su questo link, in modo anche da aiutarci a sostenere i costi necessari per portare avanti la nostra opera. Grazie di cuore!

Lasciateci un commento per dirci la vostra e, ovviamente, fateci sapere se avete riproposto questa idea!

Per ulteriori chiarimenti, contattateci senza esitazione nell’apposita sezione qui sul sito, oppure sulla nostra pagina Facebook!

Pagina precedente

Un pensiero riguardo ““Coco” e la tenerezza dimenticata

  1. Bellissimo e tenerissimo l’articolo su ” Coco ” … condivido il pensiero di ricordare i nostri cari defunti con la gioia nel cuore , consapevoli che , dove sono adesso stanno bene … portiamo dentro di noi il loro ricordo e tutto ciò che ci hanno trasmesso e insegnato arricchendo così il nostro bagaglio di vita .
    Grazie ragazzi .

    P.S. Dimenticavo : ho più di 60 anni e non ho smesso ( né smetterò ) di guardare i cartoni animati …

Lascia un commento