LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Catechismo: emergenza Halloween!

“Re del blu, re del mai”

La seconda canzone presenta il “dramma esistenziale” vissuto in realtà da Jack:

«E tutto va via, è la mia routine
e mi sento stanco di quest’aria qui…
E io, Jack! Fantasma re!
Son stufo ormai e non so perché…

Mai più io comprenderò il perché…
Ma perché son io, delle zucche il re?
Chi mai capirà quanto io mi sento giù
e un regno così non mi basta più?

Ho dentro me che cosa non so,
un vuoto che non capirò…
Lontano da quel mondo che ho
c’è un sogno che spiegarmi non so…»

Anche in questo caso, è interessante partire dalle riflessioni dei bambini a questa domanda:

  • Perché Jack è triste? Cosa cerca?

Proprio lui, il temutissimo “re delle zucche”, in realtà si sente stanco, triste, vuoto… Sta cercando qualcosa che non trova intorno a sé. Allora è proprio vero che Halloween, la paura, le zucche sono qualcosa di vuoto! Non portano nulla nella nostra vita, non ci rendono felici!

“Cos’é?!”

Il film prosegue con Jack che, sconfortato per la sua infelicità, vaga per la foresta. Ad un certo punto però si imbatte nelle porte di ingresso ai vari paesi delle feste ed apre quella a forma di albero di Natale. Nella terza canzone, esplode tutto il suo stupore nel visitare il paese del Natale:

«Bambini nella neve che giocano così,
nessuno è solo e poi non c’è mai tristezza qui!
E brilla ogni finestra o non so che cosa sia
quel piccolo calore mai provato in vita mia!

È qui! È qui il posto dove io vorrei restare per magia!
Vorrei scaldarmi il cuore e ridere e vivere, adesso voglio vivere!
Lo voglio! Sì lo voglio! Sì lo voglio e lo farò!
Io lo saprò! Io lo saprò se questo posto è vero o no!»

Quindi, un ultimo dibattito potrebbe nascere dalla domanda:

  • Cosa scopre Jack?

Il Natale, l’amore, la neve, la gioia, il tepore, il calore… sono qualcosa che il “re di Halloween” non ha mai conosciuto e che lo rende felice davvero! È questo che cercava e desiderava tanto!

In conclusione, possiamo far notare come in questo film anche i mostri più spaventosi siano in verità tristi! Solo il Natale li rende felici… Proprio perché esso nasce dalla fede, ciò che conta di più! La festa dei defunti, dei Santi, il Natale e tutte le altre feste cristiane sono già così ricche di gioia e di significato: non si ha proprio il bisogno di cercarne e celebrarne altre!

Allerta spoiler!

“The nightmare before Christmas” prosegue poi con il tentativo, da parte degli abitanti del paese di Halloween, di appropriarsi del Natale. Jack tenta in tutti i modi di comprenderne il vero significato, ma c’è sempre qualcosa che gli sfugge. Incurante di ciò, guida i preparativi della gioiosa festività: tutto si rivela però un totale disastro.

Il protagonista ha dimenticato chi è, imponendosi di diventare qualcun altro, cosa che porta sempre al fallimento. Alla fine, Jack comprende a sue spese che non può cambiare chi essere, ma può arricchire se stesso: la scoperta del vero amore rivoluziona davvero la sua vita!

Ulteriori spunti…

Per concludere l’incontro di cui sopra, suggeriamo altre due domande, da discutere sempre al catechismo oppure su cui invitare i ragazzi a riflettere durante il resto della settimana:

  • Come sarebbe vivere in un mondo senza feste?
  • Prendendo spunto dal film: come immaginereste il “paese dei Santi”? Come festeggereste questa ricorrenza?

La fantasia dei nostri ragazzi si è scatenata!

 

È possibile acquistare il film “The nightmare before Christmas” cliccando su questo link, in modo anche da aiutarci a sostenere i costi necessari per portare avanti la nostra opera. Grazie di cuore!

Lasciateci un commento per dirci la vostra sul tema e, ovviamente, fateci sapere se avete riproposto questa idea!

Per ulteriori chiarimenti, contattateci senza esitazione nell’apposita sezione qui sul sito oppure sulla nostra pagina Facebook!

Pagina precedente

5 pensieri riguardo “Catechismo: emergenza Halloween!

  1. Complimenti ragazzi , ci voleva un sito così , non solo per la tematica ma anche per come sono trattati gli argomenti : chiari , semplici , comprensibili da tutti , esaudienti , interessanti …continuate così .
    Grande dono la fede !

Lascia un commento